Il Check-up della pelle consente di valutare in modo obiettivo lo stato di salute della cute. Una procedura indispensabile per conoscere il proprio “biotipo cutaneo” (pelle secca, pelle grassa o seborroica, pelle sensibile, ecc.) e stabilirne il grado di invecchiamento. L’obiettivo è quello di contrastare i segni del tempo e formulare una prescrizione cosmetica idonea a normalizzare eventuali alterazioni evidenziate dall’esame e valutare successivamente, con misurazioni di controllo, l’efficacia delle cure proposte, sia per quanto riguarda le terapie medico-estetiche che la cosmesi.

Zampe di gallina

Sono quelle rughe che compaiono attorno agli occhi e che si accentuano quando li socchiudiamo. Uno dei motivi legati alla comparsa di queste rughe è la tensione a cui è sottoposta tutta la zona oculare. Esse sono causate dalla contrazione dell’orbicolare dell’occhio, che forma un anello intorno al margine dell’orbita oculare e arriva fino alla parte superiore della guancia.

Codice a barre

Intorno alla bocca si formano rughe verticali dovute alla mimica, all’invecchiamento e al fumo.

Rughe della marionetta

Con l’età, gli angoli della bocca iniziano a cadere verso il basso (commessure labiali) in quanto il muscolo dell’angolo della bocca li tira verso il basso. Tutto ciò, unitamente al foto-invecchiamento e alla perdita di collagene e di grasso sottocutaneo intorno alla bocca, può creare un aspetto accigliato e conferire un’area di disapprovazione. Possono comparire solchi profondi che partono dagli angoli della bocca fino ad arrivare alla mascella, denominati anche “rughe della marionetta”.

Labbra sottili

Dopo i 40 anni infatti le ricerche mediche hanno scoperto che le labbra si assottigliano del 30 per cento del loro spessore, e anche i muscoli labiali iniziano a perdere tonicità.

Rughe frontali

Le rughe che compaiono sulla fronte di solito sono un segno preciso di età ma non solo, poiché le rughe possono apparire a qualsiasi età, anche alcune persone sui 20 anni le hanno e spesso sono causate dalle espressioni del viso che si usano di più, ecco perché, elegantemente tali “segni” vengono chiamati linee di espressione.

Zigomi "timidi"

Lo scivolamento dei tessuti verso il basso comporta la perdita di volume dello zigomo e il viso appare più piatto e poco definito.

Rughe glabellari

Le rughe glabellari sono le linee verticali che si formano tra le sopracciglia al di sopra del naso aggrottando abitualmente o ripetutamente le sopracciglia. Tali rughe sono, infatti, prodotte dalla contrazione muscolare ripetuta dei muscoli del complesso gabellare, oltre che da una ridotta elasticità della cute invecchiata.

Pieghe naso-geniene

Con il passare degli anni i tessuti tendono a scivolare verso il basso per gravità, questo è il motivo per la quale tra la bocca e il naso vediamo comparire due fastidiose pieghe che ci donano un’aria perennemente triste.

Rughe del mento

Le rughe del mento, dall’effetto “a buccia d’arancia”, sono il risultato della perdita di collagene e di grasso sottocutaneo nel mento, oltre che delle azioni del muscolo mentoniero che solleva il mento e fa sporgere il labbro inferiore.

Viale Andrea Doria 17

Milano

327 9559346

Telefono

info@meldes.it

Email

}

Lunedì-Venerdi

9-19